Dire, fare, colore.

Ogni musica è arbitrariamente abbinabile ad un colore. Metti il jazz: nuances blu e nere, zona di penombra. Prendi la bossa nova: sa di toni caldi, arancio e rosso soprattutto. O ancora il folk: giallo carta, giallo campo di grano, giallo come il vecchio cartello che segna la direzione di casa.

Poi c’è chi cataloga la musica seguendo le cover degli album. Un modo scientifico, quasi maniacale, di vedere la musica. Cromie, pantoni e sfumature: la loro casa è Predominant.ly, una tavolozza di colori (splendide le nomenclature) in base alle copertine musicali. E per ogni risultato, c’è il filtro del genere. Per la serie: vi siete mai chiesti quanti sono gli album rock con la copertina nera? Beh, Predominant.ly un’idea ve la dà. E potete pure ascoltare i dischi.